la ele

e adesso denunciateci tutti

In newz on December 20, 2010 at 4:44 pm

vedo un marmoreo regime che avanza

La frase non è mia, è uscita dopo quattro ore a seguire le cronache da Terzigno di Sky24.  Ci abbiamo riso su, anche se in fondo in fondo il disagio di vivere in un paese in cui la stampa è appena più libera che in Azerbaigian l’abbiamo avvertito.

La “novità” è che non è tutto merito di Berlusconi. Il modello “io pago quindi tu fai quello che dico io” è una malattia antica con radici ben profonde. Le ramificazioni, in un paese in cui i potenti sono pochi e molto ricchi, sono particolarmente rigogliose. Ed è così che i fratelli Moratti si fanno beffe del diritto e minacciano azioni legali per chiunque parli male di loro.

Nel Paese dei Moratti, di Giorgio Meletti, deve essere un libro intelligente e puntuale per aver fatto arrabbiare i fratelli petrolieri al punto da diffondere questa nota:

“Il dott. Gian Marco Moratti, in proprio e quale Presidente di Saras Spa, il dott. Massimo Moratti, in proprio e quale amministratore delegato di Saras Spa e Presidente di FC Internazionale Milano, hanno conferito incarico al Prof. Avv. Antonino Menne, del Foro di Milano, affinché, a tutela dei propri diritti, prontamente e senza indugio, promuova nelle opportune sedi, nei confronti dell’autore e dell’editore del medesimo libro, nonché dei mass media che, in qualsiasi forma e sede, allo stesso abbiano dato o diano spazio e risalto, ogni e qualsivoglia azione ritenuta a questo fine necessaria

Per fortuna, finora, non c’è nessuna legge che mi impedisca di consigliare a tutti di regalare questo libro ad amici e parenti per Natale. Purtroppo è altrettanto vero che non c’è nessuna legge che impedisca a due ricchi imprenditori di spendere qualche migliaio di euro per chiedermi dei danni. Alla fine potrebbero addirittura essere condannati a risarcirmi per aver intentato un’azione temeraria, ma nel frattempo passerebbe qualche anno ed io sarei costretta a spendere altre migliaia di euro per difendermi in giudizio.

Ho deciso di contare sulla semi-anonimità del mio blog per dare spazio a questo libro. Ma così serve a poco. Quanti piccoli editori con un seguito significativo possono permettersi questa scommessa?

update: oggi sono andata in libreria, non c’è traccia di questo libro tra le novità o tra i libri di attualità. Ma sarà un caso, eh.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: