la ele

sulle orme della montessori

In giornalismi on May 4, 2011 at 10:17 pm

I dettagli generano confusione, la capacità di creare connessioni tra i dettagli genera conoscenza – almeno secondo Maria Montessori. E a mettere insieme i dettagli che si trovano sui giornali a volte si scoprono cose interessanti. Ad esempio, che i manifesti non sono tutti uguali davanti alla libertà d’espressione.

La cronaca locale di Milano oggi apriva sulle invettive della Moratti contro i manifesti della campagna per il 5 x mille dell’associazione Luca Coscioni. Non sono manifesti elettorali, si limitano ad affermare la libertà di ognuno a scegliere come finire i suoi giorni. Si chiama autodeterminazione, libertà d’espressione del pensiero, libertà di disporre del proprio corpo. Il sindaco uscente e candidato, però, non la pensa così: i manifesti sarebbero “contrari alla sensibilità della maggioranza dei milanesi” (peccato che secondo l’Eurispes il 66,2% degli italiani è favorevole all’eutanasia) e, soprattutto, mostrano “una concezione di vita, di società e di famiglia diametralmente opposta” alla sua. Pericolosamente vicina a quella dell’opposizione. Quindi vuole rimuoverli, con buona pace di chi la pensa in modo diverso da lei.

Sempre oggi, la cronaca locale di Roma riportava la vicenda di un altro manifesto. Questo proprio elettorale. Per la lista di tal Caprasecca, che corre a Pomezia a sostegno della candidata di (centro)destra. E questo sì da rimuovere, non fosse altro che per l’art. 4 della legge Scelba. E la libera manifestazione del pensiero? In questo caso sono d’accordo con Pertini.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: