la ele

strategie

In pensandoci su on May 12, 2011 at 3:16 pm

Boomerang, autogol, scivolone… le definizioni per l’uscita della Moratti alla fine del confronto con Pisapia si sprecano. Però, oggi, su tutti i giornali si parla solo di quello. Io, che non ho potuto seguire il dibattito, non ho idea di cosa abbiano detto i due candidati sindaco.

Dove pensano di sistemare i profughi in arrivo da Lampedusa? Chi darà (finalmente) i trasporti pubblici notturni ai milanesi? Come intendono affrontare l’emergenza inquinamento? Continueranno gli sgomberi dei campi rom? A che punto siamo nella realizzazione dei progetti per Expo 2015? Ecco cose così. Cose su cui si dovrebbero giocare le elezioni amministrative. E per le quali le idee latitano.

Qualche urlo in più in una campagna elettorale non proprio moderata non fa poi così male. Chi avrebbe comunque votato a sinistra si convince che la Moratti è – nella migliore delle ipotesi – una canaglia che mente sapendo di mentire, nella peggiore un burattino che legge testi preparati da qualcuno che non si documenta a sufficienza. Chi avrebbe comunque votato a destra ha la conferma che, per quanto scagionato, Pisapia trent’anni fa ha conosciuto qualcuno di Prima Linea.

Nessuno sa cosa vogliono fare questi due signori per Milano. Scampato pericolo.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: